Trasportino alianti

Pubblicato il da solaero

 


 

TRASPORTINO PER ALIANTI

(per modelli medio-piccoli)




 

Essendo un convinto "pendiista", più volte mi sono trovato nella necessità di trasportare i modelli per qualche centinaio di metri per raggiungere la zona di volo ma, dal momento che nessuna soluzione mi convinceva più di tanto, continuavo a trasportarli un po' infilati in un vecchio zaino e un po' in mano con tanta fatica (soprattutto quando si deve camminare per un'ora sotto il solleone di luglio) e procurando loro non pochi danni.

 

Un giorno volevo provare quello che speriamo diventi il nostro nuovo pendio insieme a Paolo ma, durante il pranzo dai miei, mi sono accorto di aver dimenticato a casa mia lo zainetto che usavo di solito. In soffitta c'era una vecchia portantina e ho ripiegato su quella.

 

Non avendo né lacci né elastici, il trasporto è stato ancora più da incubo per le povere ali del mio Mustang però Paolo mi disse che la portantina era interessante... magari con qualche tubo per infilarci ali e fusoliere.

 

Lì per lì non ci ho fatto caso ma tornando a casa pensavo a quali tubi usare quando mi si accese la lampadina: perché non usare appunto quella portantina con anziché dei tubi una "gabbia" fatta con piccoli profilati di alluminio per infilare ali e fusoliere?

 

Detto fatto il giorno dopo mi ero già procurato il materiale: un pezzo di compensato che avevo in garage; imbottitura in LDPE recuperata da imballaggi di componenti elettronici; quadrelli, L e piattina di alluminio da 1,5cm; rivetti da 3mm; guaina isolante per tubi di vari diametri per imbottire l'alluminio in modo che non segnasse le parti dei modelli; alcune viti e fascette da elettricista: totale circa 25 Euro.


Le ali (corda max 30cm) vengono infilate dall'alto, appoggiano sulla base in compensato rivestita in LDPE e sono tenute bloccate/distanziate da "salsicciotti" fatti con spezzoni di guaina isolante per tubi dentro la quale ho inserito un elastico. All'estremità dell'elastico sono fissati degli uncini (realizzati con filo di ferro da vecchi attaccapanni di tintoria) che "abbracciano" le guaine di protezione laterali.

 

Le fusoliere invece si appoggiano con la punta sulla base dentro alle sedi ricavate anche quelle da imbottiture in LDPE e vengono bloccate con cinghietti in velcro (nelle foto ho usato i "salsicciotti" poi sostituiti con il velcro) in zona coda.

 

Gli avanzi di guaina isolante per tubi mi sono serviti per realizzare due alloggiamenti laterali per baionette e ballast.

Non ho pesato il tutto, ma l'aumento di peso rispetto alla portantina "nuda" è assai modesto; per contro l'ingombro è abbastanza evidente. In auto lo carico coricato e lo riempio con le valigette degli attrezzi che uso portarmi appresso.

In due serate avevo il mio portamodelli pronto per la domenica successiva e così per due fine settimana ha diluviato!


 





 


 

 

 

Infine se si volesse avere le mani libere per altre cose, si può attaccare la valigetta della radio sotto alla portantina.

 

 

 


 

A seconda delle dimensioni e della configurazione posso trasportare fino a 6 modelli (piccoli). Generalmente in pendio mi porto sempre 2 o 3 modelli: uno per condizioni forti (PSS), uno per condizioni deboli e magari anche un elettrico. Così potrebbero rimanermi ancora alcuni piccoli posti per gli amici o per accessori e/o viveri.

 






 

Unico punto non risolto: non so cosa darei per sapere cosa pensa chiunque incontri uno svitato come me su un sentiero di montagna con una tale impalcatura sulle spalle!!!

 



  

Commenta il post