parabola cartone

Pubblicato il da solaero


Parabolina KUNDU KAAR by Mueller Solartechnik

 

www.mueller-solartechnik.com

 




E' lo strumento che ci ha permesso di gustare il nostro primo piatto solare.




Ordinata via internet in Germania qualche giorno prima, è arrivata appena in tempo per potercela portare nella breve vacanza in alta montagna.

Si tratta di una parabola di circa 70 cm di diametro formata da 16 "spicchi" di cartone incollati sostenuta da una struttura in compensato e allunimio semplice ma molto funzionale.

Il Kit era di ottima qualità con i cartoni del riflettore "preschiacciati" in corrispondenza delle pieghe. La colla e le mollette sono incluse ma volendo fare in fretta, ci siamo portati dietro altre due confezioni di mollette per assemblare il maggior numero di "spicchi" al giorno. Il prezzo di 88E include la pentola nera: tutt'altro che gratis ma il più economico sul mercato al momento della nostra ricerca.

In 4 giorni era pronta a ricevere il suo primo sole. Abbiamo provato con un intruglio di patate e cipolla e 500ml d'acqua (decisamente troppa).

 

 










Nonostante il cielo limpidissimo, impiegava un'ora abbondante per arrivare all'ebollizione e in un'altra ora per cuocere (ma forse bastava anche un po' meno). Queste tempistiche sono piuttosto distanti da quelle tipiche di una parabola e da quelle dichiarate dal costruttore ma va detto che la brezza che soffiava a 2300m s.l.m. contribuiva a raffreddare notevolmente la pentola.

Inoltre osservando attentamente il riflesso (con gli occhiali scurissimi mi raccomando!!!) mi sono accorto di un grave errore di costruzione: ho piegato con cura anche tutte le pressature interne trasversali allo spicchio in quanto esistono parecchie parabole formate da tanti specchi piani. Mi sono detto: in fondo non ci serve un punto di fuoco del diametro di pochi mm ma che colpisca la maggior superficie possimile della pentola.

 

Questo ragionamento è giusto, peccato che il cartone reagisca a questa operazione dando non uno specchio piano, bensì leggermente convesso soprattutto nelle zone vicino alla piega il che favorisce una notevole dispersione di raggi solari. Questo fenomeno è ben visibile anche sulle foto.

Va comunque detto che il manuale di costruzione non dice di piegare quelle pressature ma solo quelle laterali che costituiscono le nervature!!!!!!!

 

Nonostante il rendimento un po' degradato per colpa dei miei errori, durante questa piccola vacanza ci siamo deliziati con pranzetti solari tutte le volte che il meteo ce l'ha consentito. Anche nostra figlia di due anni sembra aver apprezzato molto il cibo cotto in questa maniera al punto di chiederci una parabolina per preparare la pappa per la sua bambola!!!

 





 



Ora la parabolina è temporaneamente ferma per un po' di ristrutturazione perché se già il viaggio di ritorno montata e schiacciata dentro all'auto stracolma non le ha giovato (ricordo che si tratta di cartone), il temporale che ha raggiunto anche il nostro fornetto è riuscito a deformarla parecchio solo con gli schizzi (ma anche in questo il manuale era chiaro!).

Commenta il post